Le verdure di dicembre

I mercati continuano...il campo ci dona ancora tanti ortaggi:  cavolo nero, cavolo fiolaro, cicoria pan di zucchero, finocchi, carote, insalate, radicchio rosso, zucche, cavolfiori, coste, erbette, cappucci, cipolle, prezzemolo, kiwi.  Finché c'è verdura noi saremo aperti, sicuramente fino a fine anno.
Ci trovate ogni mercoledì 9-12 e 14-17 e il sabato dalle 9 alle 12. Continuano anche le consegne alla gastronomia Terra Cotta ogni giovedì in Via Trezza (Veronetta).

I produttori con cui collaboriamo

Ogni giorno lavoriamo per costruire relazioni di fiducia: con chi si ciba dei nostri prodotti e con gli agricoltori che, come noi, cercano di lavorare per il benessere delle persone e della terra.
Per costruire una comunità attorno al cibo sano servono alleanze con le persone, ma anche tra produttori. Sono importanti tutte quelle pratiche con cui i produttori si scambiano manodopera, mezzi e prodotti.
Siamo quindi felici di presentarvi i nostri amici agricoltori, i cui prodotti trovate ai nostri mercati vicino alle verdure della Folaga.
Azienda agricola La Bongiovanna (San Felice extra, Verona): da oltre dieci anni producono ortaggi con metodi naturali, vendono direttamente ogni martedì, mercoledì e sabato. Per noi Giorgia e Gianluca sono fonte di ispirazione e di preziosi consigli agricoli. Tra le loro produzioni spiccano le cipolle giganti, meloni e angurie.
Azienda agricola Enrico Merzi (Corbiolo): da tre anni Enrico coltiva dei terreni in montagna dove produce ortaggi, piccoli frutti e alleva conigli. La sua azienda è certificata bio.  Tra noi si dice che la sua verdura sia sempre la più bella...ai suoi lamponi non si può resistere. Di lui trovate spesso da noi cappucci e insalate.
Cooperativa Cà Magre: storica e consolidata azienda che produce ortaggi e frutta. Sono tra i primi ad aver diffuso la cultura del cibo biologico. Producono tanta varietà nei loro terreni di Isola della Scala dal 1988.
Azienda agricola Moscardo: Albano è per noi "un'istituzione", il nostro vicino di campo, agricoltore biodinamico. I suoi suggerimenti si ascoltano come fossero legge...quando siamo nei guai, compare lui e ci toglie dalle grane. Da lui prendiamo mele e pesche.
Progetto di agricoltura naturale La Baracca (Mozambano): trovate spesso Matteo e i suoi cani al campo; di lui sono famose le marmellate con accostamenti originali e speziati. Matteo e Vera curano un terreno a Mozambano con metodi sinergici.
Azienda agricola Beozzi Sara: coltiva dei terreni a Minerbe con metodi biologici. Tra le sue produzioni, apprezziamo le tante varietà di zucche e le patate.
Fondo Prognoi di Laura Tinazzi: i suoi campi sono situati a Montorio, molto attenta alla biodiversità, produce frutta (anche varietà antiche), mais, uva, nocciole. Trasforma i suoi prodotti in vino, marmellate, conserve che vende direttamente. Da lei prendiamo la frutta.
Azienda agricola La Praietta: Alessandro produce con metodi naturali ortaggi che vende direttamente nell'accogliente spazio della Corte dei Miracoli (quartiere Golosine), dove si svolgono anche tanti corsi, attività ludico e culturali. Tra le sue produzioni non possiamo dimenticare le tegoline.
 

Abbiamo il trattore

L'abbiamo preso! un gran pezzo vintage, rosso fiammante: trattore Massey Ferguson annata 1976
Ora siamo a norma di legge, perchè "se non hai il trattore, non sei un agricoltore" ... almeno secondo l'INPS, che non ti iscrive se il mezzo non ce l'hai...
Finora, ci siamo fatti aiutare da vicini e amici agricoltori, ma un aiutino più costante ci servirà molto. Lo useremo per controllare meglio le infestanti, le arature e il taglio dell'erba.

Le verdure di novembre

Novembre è il mese dai colori caldi e forti. Tante le varietà che trovate al campo per cucinare piatti sani e gustosi...
Insalate, radicchi (Varietà Chioggia e Verona), cavoli nero e riccio, cavoli rapa, finocchi, broccoli, zucche, patate, cipolle, coste, catalogne, bietole, cappucci, prezzemolo.
 

Turismo rurale alla Folaga

Vi comunichiamo con gioia che...dopo aver compilato un bel pacco di carte...la Folaga è autorizzata a svolgere attività di TURISMO RURALE!
La Regione Veneto (Legge regionale n.28/2012) consente alle aziende agricole di svolgere attività culturali, ricreative, sportive, di escursionismo riferite all'ambiente rurale, anche all'esterno dei terreni dell'azienda.
Cosa aspettate? Chiedeteci informazioni, preventivi e prenotate le attività della Folaga.
Ecco cosa facciamo: visite didattiche, passeggiate e percorsi sensoriali tra gli ortaggi, le erbe officinali e spontanee; corsi di pratiche agricole, consulenze e formazione su orti didattici, sociali, urbani e collettivi; eventi ludico-culturali per la presentazione di prodotti tipici e stagionali.
Potete contattare Andrea al 3392991681 o scrivere a folaga@folaga.it.
Con il turismo rurale la Folaga si propone di tutelare e la valorizzare l'agrobiodiversità da affiancare al recupero dell'area del Parco e del Lazzaretto (con il lavoro del FAI). Intende promuovere l'istituzione di comunità del cibo e della biodiversità agraria e alimentare. E' possibile favorire sinergie tra agrobiodiversità, ambiente, territorio, paesaggio, culture e identità locali, in particolare nell'area del Parco dell'Adige caratterizzata da un elevato valore naturale.

Le verdure di ottobre

Si è aperta la stagione autunnale e l'abbondanza in campo ci rende dà entusiasmo. Cerchiamo di dimenticare la faticosa estate appena trascorsa, che ha fatto morire e ammalare le piante...siamo pronti per farvi gustare tante buone verdure. Trovate insalate, rucola, cipolle, patate, zucche, cavolo nero, cavolo rapa, coste, cappucci, radicchi.
Ci teniamo a ricordarvi che per noi oltre alla produzione, c'e' di più...orticultura! Fate vivere un'idea, un progetto. La Folaga Rossa si prende cura di un due ettari nel parco dell'Adige e sperimenta un modo di vivere e lavorare a basso impatto ambientale. Seguite la freccia e venite a trovarci. Il mercato al campo è aperto ogni martedì e sabato dalle 9 alle 12 e mercoledì dalle 16 alle 19.
 

Dalla terra alla bottega

"Vorrei usare prodotti scelti per la nostra cucina, che provengano dalle piccole aziende locali" - ci disse passeggiando per il campo. Dopo pochi mesi, Federica aprì con Tommaso la gastronomia Terra Cotta, un'accogliente bottega in Via Trezza.
Sarà stata la primavera di due anni fa, quando Federica venne a trovarci alla Folaga. Ci raccontò della sua idea di cambiare lavoro e di aprire una gastronomia vegetariana con Tommaso.
Da una lunga passeggiata e chiacchierata nel campo, nacque tra la Folaga e Terra Cotta una collaborazione, fatta di scambi di prodotti e di saperi, di cibo sano e gustoso, di buone relazioni.
Ogni settimana il menù della bottega, viene fatto sulla base degli ortaggi che ci sono  alla Folaga e il gusto ne guadagna. Il Tommi fa ottime focacce, pane e biscotti; la Fede crea zuppe, cereali con verdure, pasta fresca, salse. Cosa c'è di meglio che mangiare un piatto e sapere da dove provengono i prodotti?
Quando portiamo la verdura in bottega, non possiamo non fermarci per qualche assaggio e scopriamo ricette per valorizzare le verdure che produciamo. Quando Federica e Tommaso vengono al campo visitiamo insieme gli ortaggi in campo, si scambiano idee e proposte, si sta un pò a giocare con le bambine.
La Folaga consiglia di assaggiare i nostri prodotti trasformati alla gastronomia Terra Cotta. E' aperta dal lunedì al sabato dalle 8 alle 15.
Vi ricordiamo che effettuiamo consegne di cassette miste ogni mercoledì presso la bottega. Per prenotazioni potete chiamare al 371 113 6467.

Scarola cruda e cotta per il fegato

Ai mercati della Folaga trovate la scarola appena raccolta. E' consigliato consumarla fresca. Ecco spiegato perchè nell'articolo dell'amico, medico e nutrizionista, dott. Pigozzi http://paolopigozzi.blogspot.it/2017/08/la-scarola-buona-anche-per-il-fegato.html
 I principi amari della scarola stimolano l’attività dello stomaco e favoriscono la produzione di bile da parte del fegato. Una insalata cruda che contenga anche qualche foglia di scarola, specialmente se consumata come antipasto, aiuta l’assimilazione degli alimenti e favorisce la digestione del pasto, soprattutto se la sua composizione è complessa e ricca di grassi.
Per mantenere integre queste caratteristiche nutrizionali è opportuno ricordare che la scarola andrebbe consumata prevalentemente cruda (meglio se entro 1-2 giorni dalla raccolta)

Le verdure del mese

Si avvicina ormai la fine dell’estate e il momento di passaggio a sapori più autunnali comporta poche novità in campo e relativa scarsità.
E' stato un agosto molto faticoso per noi e per le piante. Le verdure hanno sofferto molto la scarsità idrica e gli attacchi delle cimici. Abbiamo lavorato duramente per i trapianti della stagione autunno-inverno.
Ai mercati troverete ancora per un pò pomodori, zucchine, cetrioli, aglio, prezzemolo, peperoni sigaretta. Patate e cipolle ci saranno ancora per molto. Sono pronte le zucche!
Vi aspettiamo al campo.